www.dirittoregionale.it




Banca dati sulla giurisprudenza costituzionale di interesse regionale


Come nasce e in che modo è stata costruita la Banca dati.

La mole del contenzioso tra Stato e Regioni - nell’ultimo quinquennio oltre 700 pronunce - ha reso e rende difficile, persino per gli studiosi specializzati nel diritto regionale, la formazione di una precisa cognizione circa l’interpretazione che la giurisprudenza costituzionale offre in relazione agli istituti ed alle problematiche giuridiche sottese all’attuale assetto di decentramento istituzionale. Il lavoro di costruzione di una banca dati sistematica delle pronunce della Corte Costituzionale è nato dunque come esigenza interna alle cattedre di Diritto Costituzionale e Regionale della Facoltà  di Giurisprudenza dell’Università  di Bologna, con l’obiettivo di rendere agile la reperibilità, la conoscenza e la consultazione degli orientamenti giurisprudenziali in materia di autonomie territoriali. In tale prospettiva è parso opportuno evitare di svolgere un’opera di mera «massimazione» delle decisioni. E' sembrato più utile, al contrario, riferirsi direttamente al dato testuale delle decisioni della Corte, isolando poi, per ciascun argomento, tutti gli estratti rilevanti emersi nella giurisprudenza. In tal modo si è riusciti ad (o meglio, si è tentato di riuscire ad) individuare, con riferimento ad ogni specifica tematica, l’evoluzione della giurisprudenza della Corte. La banca dati ha una struttura che consente all’utente di muoversi al suo interno utilizzando i diversi canali di ricerca in modo interconnesso: per argomento, a partire da una singola decisione, dal testo del Titolo V della Costituzione o attraverso il motore di ricerca interno (si rinvia, per una spiegazione più specifica, alla «Guida alla consultazione»).



Direzione e realizzazione.

www.dirittoregionale.it - Banca dati della giurisprudenza costituzionale di interesse regionale E' realizzata nell'ambito di un progetto di ricerca di Diritto regionale svolto presso il Dipartimento di Scienze giuridiche "A. Cicu" dell'Alma Mater Studiorum-Università di Bologna sotto la direzione scientifica dei professori Augusto Barbera (augusto.barbera@unibo.it) e Andrea Morrone (andrea.morrone@unibo.it). L'ideazione, la realizzazione e l'aggiornamento della Banca dati sono svolti dal dott. Simone Calzolaio(simone.calzolaio@unibo.it), dottore e assegnista di ricerca in diritto costituzionale presso l'Università  di Bologna. La parte tecnica è stata curata dal dott. Ezio Bartocci (ezio.bartocci@unicam.it), dottorando in Scienze dell'informazione e Sistemi Complessi presso l'Università di Camerino.



Collaborazione con la Regione Emilia Romagna.

Attorno al tema della riforma costituzionale del Titolo V il dipartimento di Scienze giuridiche A. Cicu dell'Università di Bologna e la Regione Emila-Romagna mettono in comune i loro saperi e i frutti della loro ricerca per offrire a studiosi e amministratori pubblici uno strumento utile alla ricostruzione delle competenze normative dei diversi livelli istituzionali così come definite dalla giurisprudenza costituzionale.